OpenIDEO is an open innovation platform. Join our global community to solve big challenges for social good. Sign up, Login or Learn more

Profile

Recent comments

(1) View all

Ciao a tutti, sono italiano e, pertanto, non conosco a fondo la legge degli Stati Uniti, perciò, mi affido a voi che avete lanciato la discussione.

Sono nuovo di openideo e non ne conosco ancora le finalità, però penso che la discussione sull'incapacità della società civile di dare accesso al voto ai disabili è una cosa dovuta dal momento che si fanno le leggi ma non si applicano.
Non si tratta solo di mezzi ma anche di cultura.
La legge dice che tutti hanno diritto a esprimere il proprio voto ma non definisce le metodologie per l'accesso da parte dei disabili e di chi, per altri motivi, ha difficoltà ad accedervi, e questo è un fatto gravissimo e denota una cultura ancora poco attenta ai problemi di tante persone.

Cosa si può fare per ovviare a questa "disattenzione" dei legislatori?
Come qualcuno ha sostenuto, si potrebbe usare la tecnologia. Vero, ma da sola non basta perché non tutti hanno accesso ad internet. Pertanto, nell'attesa che internet sia accessibile a tutti, l'unica soluzione è quella di andare direttamente nelle case di coloro che sono impediti a recarsi ai seggi. Per fare ciò ci sono due modi: o si distribuiscono le schede prima del giorno delle elezioni e poi si passa a prenderle, o si va nelle case il giorno prestabilito si consegna la scheda, si spiega il funzionamento e si attende il voto.
Un'altro modo potrebbe essere quello della posta. Si manda la scheda per posta, il cittadino vota e rispedisce la scheda; c'è però il difetto che potrebbe volerci molto più tempo.